Logo Politecnico Politecnico di Milano
Servizi Bibliotecari di Ateneo
Catalogo (OPAC) Biblioteche Interazione utenti
Portale Risorse Elettroniche Chiedi@lla tua biblioteca Formazione utenti
POLIsearch Reference su appuntamento Altri servizi

POLIsearch - FAQ su POLIsearch e SFX

Introduzione FAQ su POLIsearch e SFX english version FAQ about POLIsearch and SFX FAQ su Proxy english version FAQ about Proxy

ATTENZIONE: Ti trovi sulla vecchia versione del sito, questa pagina non è più aggiornata dal 10/04/2013.
WARNING: You are currently on the old version of the sito, this page is no longer updated by 10/04/2013.
********** Collegati al nuovo sito / Please visit the new site: www.biblio.polimi.it **********


In questa pagina sono disponibili le Frequently Asked Question (FAQ) su POLIsearch, il portale a disposizione degli utenti del Politecnico di Milano per migliorare l'utilizzo delle risorse elettroniche in abbonamento e gratuite, e sui servizi disponibili tramite SFX ( ) per le risorse elettroniche accessibili con POLIsearch.

1. Che cos'è POLIsearch? Che cosa mi offre?

POLIsearch è un servizio a disposizione degli utenti del Politecnico di Milano per migliorare l'utilizzo delle risorse elettroniche. POLIsearch è basato su MetaLib® e SFX®, è un portale per la scoperta delle risorse, un metamotore per la loro interrogazione e per l’utilizzo di servizi integrati di linking e di ricerca. POLIsearch offre all'utente:

  • un unico punto di accesso a risorse online (in abbonamento presso l’Ateneo o gratuite) tramite una semplice interfaccia di interrogazione
  • la possibilità di interrogare molteplici risorse simultaneamente con un’unica ricerca, utilizzando i moduli Ricerca Veloce e MetaRicerca
  • l’accesso alle riviste elettroniche online in abbonamento presso l’Ateneo e a quelle gratuite disponibili su Web.
  • un'Area personale, disponibile se ci si autentica come utente registrato, dove è possibile organizzare le proprie risorse, memorizzare le ricerche, impostare alert e definire le modalità di visualizzazione.

2. Che cosa significa “risorse”; Quali risorse sono accessibili tramite POLIsearch?
Con il termine “risorse” si indicano tutte le tipologie di risorse elettroniche su Web, strumenti informativi online che hanno la caratteristica di essere ricercabili, p. es. basi dati bibliografiche, archivi di riviste, cataloghi di biblioteche, repository di documenti, etc. POLIsearch fornisce accesso sia alle risorse in abbonamento presso il Politecnico di Milano (banche dati, riviste elettroniche, e-book, enciclopedie e dizionari) che a risorse gratuite selezionate. Sono più di 400 le risorse presenti nel portale. Altre risorse ritenute utili possono essere segnalate allo staff di POLIsearch scrivendo a portale@biblio.polimi.it

3. Che relazione c'è tra l'OPAC di Ateneo e POLIsearch?
l'OPAC di Ateneo rappresenta lo strumento primario per la ricerca dei documenti posseduti dal Sistema Bibliotecario di Ateneo. POLIsearch rappresenta un punto di partenza per ulteriori esplorazioni e ricerche in strumenti omogenei (altri cataloghi on line di biblioteche) o di tipo e contenuto diverso (basi dati, archivi di riviste, di ebook, etc.). POLIsearch non sostituisce il Catalogo (OPAC) di Ateneo, ma lo integra nell’ambiente del portale e lo rende ricercabile in parallelo con altre risorse, anche dissimili.

4. Chi può usare POLIsearch?
POLIsearch è a disposizione di tutti gli utenti istituzionali del Politecnico di Milano (cfr. le Tipologie di utenti nella Carta dei Servizi del Sistema Bibliotecario di Ateneo). Può essere utilizzato anche dalle postazioni delle biblioteche.

5. Dove trovo POLIsearch?
Si può accedere a POLIsearch tramite il sito del Sistema Bibliotecario di Ateneo: www.biblio.polimi.it o direttamente dal link: polisearch.biblio.polimi.it

6. Posso usare POLIsearch al di fuori del Politecnico di Milano?
POLIsearch è disponibile sia all'interno dei campus del Politecnico di Milano che all'esterno della rete IP di Ateneo. Per avere accesso completo alle risorse è opportuno autenticarsi tramite il servizio proxy (cfr. le FAQ sul proxy di Ateneo e l'utilizzo delle risorse elettroniche).

7.Che vantaggi ho se accedo a POLIsearch con autenticazione?
Autenticandosi su POLIsearch (cliccando sull'icona  in alto a destra nell'interfaccia  e inserendo username e password ottenibili tramite l'autenticazione unica di Ateneo) è possibile usufruire pienamente delle funzionalità dell'Area Personale: ad esempio salvare i risultati delle ricerche, creare dei quickset personali, impostare degli alert, personalizzare le modalità di visualizzazione.

8. Che differenza c'è tra l'utilizzo del proxy per accedere a POLIsearch e l'accesso tramite autenticazione?
L'accesso tramite proxy di ateneo (cfr. le FAQ sul proxy di Ateneo e l'utilizzo delle risorse elettroniche) permette di utilizzare POLIsearch in modo equivalente a quanto avverrebbe se l'accesso avvenisse dall’interno della rete di ateneo; è quindi possibile accedere a documenti e risorse sottoscritte dall’ateneo con abbonamento come se si fosse in rete di ateneo. L'accesso tramite autenticazione POLIsearch (ottenibile cliccando sull'icona  in alto a destra nell'interfaccia e inserendo username e password ottenibili tramite l'autenticazione unica di Ateneo) invece permette una fruizione piena dello spazio personale. Queste forme di accesso possono essere tra di loro combinate. La forma più ricca e completa di accesso a POLIsearch da fuori rete di ateneo è con autenticazione sia tramite proxy che tramite POLIsearch.

9. Non ho un numero di matricola per accedere ai servizi di Ateneo. Come posso fare per registrarmi a POLIsearch?
POLIsearch è un servizio a disposizione degli utenti del Politecnico di Milano. I criteri in base ai quali gli utenti possono essere abilitati ai servizi offerti dalle biblioteche SBA del Politecnico di Milano sono indicati nella Carta dei servizi e nell’Help autenticazione

10. Quali possibilità di ricerca sono disponibili (Trova risorse, Trova riviste, Ricerca Veloce e MetaRicerca)?
  • Trova risorse: è utile per scoprire le risorse rilevanti per i propri interessi, p. es. attraverso ricerche per Categorie disciplinari, o per tipologie di risorse o anche incrociando questi due criteri per individuare risorse specifiche tra banche dati, collezioni di riviste elettroniche, cataloghi di biblioteche e tesi, collezioni digitali, archivi aperti, siti, etc. Nelle liste di nomi di risorse generate da una ricerca in questo modulo, se compare l'icona con la lente di ingrandimento è possibile cercare direttamente dentro la risorsa dall’ambiente di POLIsearch, usufruendo così dei servizi di linking e di ricerca di SFX (ad es. l’accesso al testo completo dell’articolo o documento, se disponibile). Si può anche accedere alla interfaccia nativa della risorsa cliccando sul nome della stessa. Cliccando sull'icona è possibile salvare delle risorse nel proprio scaffale elettronico personale per poi poterle interrogare simultaneamente (se ci si è autenticati, le risorse selezionate verranno conservate per tutte le sessioni successive). Cliccando sull'icona , è possibile visualizzare maggiori dettagli sulla risorsa (una breve descrizione, la lingua della risorsa, modalità di ricerca, ecc.).
  • Trova riviste: è il modulo per individuare le riviste elettroniche desiderate e accedere al testo completo degli articoli. Cliccando sull'icona è possibile visualizzare maggiori dettagli sulle riviste. E’ importante notare che con le ricerche in questo modulo sono generate liste relative a titoli di riviste, mentre i singoli articoli sono ricercabili nella singola rivista, una volta individuata. Le riviste sono ricercabili per titolo, per ISSN e per categoria o ambito disciplinare.
  • Ricerca veloce: è il modo più facile e veloce per eseguire metaricerche, per interrogare cioè gruppi predefiniti di risorse (Quickset) con una sola azione. Questi raggruppamenti di risorse sono definiti su base disciplinare.
  • Metaricerca: èsimile alla Ricerca Veloce, ma con maggiori funzionalità e possibilità di controllo nella selezione delle risorse e nella gestione dei risultati.

11. Cos'è la Ricerca Veloce?
Ricerca Veloce è il modo più semplice per ricercare informazioni a partire da un gruppo predefinito di risorse (quickset), che si possono ricercare simultaneamente. È possible eseguire ricerche nei quickset creati dai servizi bibliotecari di Ateneo, oppure in quickset personali, creati dall’utente stesso che si è autenticato come utente registrato (cfr. domanda 17), utilizzando la sezione Risorse Preferite di Area Personale. Cliccando sul nome del quickset vengono mostrate le risorse che ne fanno parte. Cliccando sull'icona accanto al nome delle risorse, è possibile visualizzare maggiori dettagli sulle risorse che compongono il quickset (una breve descrizione, la lingua della risorsa, modalità di ricerca, ecc.). Dopo aver selezionato un quickset  è possibile compiere due tipi di ricerca:
  • semplice: inserendo delle parole chiave da ricercare
  • avanzata: combinando tra loro vari termini da ricercare in campi distinti

I risultati così ottenuti possono essere visualizzati in tre modi:

  • formato tabulare: mostra i record in una struttura a tabella.
  • formato breve: offre una breve descrizione dei record.
  • record completo: mostra tutte le informazioni del record. Ogni record viene mostrato su una singola pagina e le parole ricercate sono evidenziate.
A partire dalla lista dei risultati è possibile accedere all'interfaccia nativa della risorsa, salvare uno o più record nello scaffale personale e utilizzare SFX per usufruire dei servizi di linking (ad es. il testo integrale di articoli o le informazioni del posseduto nell'OPAC di Ateneo) e di ricerca in risorse collegate (ad es. il catalogo di Ateneo, Google Scholar, ecc.).

12. Cos'è la MetaRicerca?

A differenza della Ricerca Veloce, la MetaRicerca consente di scegliere le risorse da interrogare simultaneamente (fino ad un massimo di 10 risorse) e di raffinare i risultati della ricerca. Per individuare e selezionare le risorse, si utilizza il menu di selezione "Scegli il tipo di ricerca". Le opzioni disponibili sono:

  • Quickset: viene mostrata la lista dei Quickset disponibili (quelli predefiniti dall’istituzione e quelli personali, eventualmente disponibili al singolo utente che si è registrato ed ha salvato delle risorse in “Risorse preferite”).
  • Categorie: viene mostrato un menù dal quale è possibile selezionare risorse appartenenti ad una Categoria/sottocategoria
  • Trova: permette di ricercare le risorse combinando tra loro vari criteri come titolo, fornitore, categoria, tipo di risorsa, e ricerca libera con parole chiave.
  • Nuove risorse: visualizza le risorse che sono state incluse di recente nel portale.
Cliccando sull'icona

è possibile visualizzare maggiori dettagli sulle risorse (una breve descrizione, la lingua della risorsa, modalità di ricerca, ecc.).
Come la Ricerca Veloce, anche la MetaRicerca prevede due tipi di ricerca:

  • Semplice: inserendo un'espressione da ricercare
  • Avanzata: combinando tra loro vari termini da ricercare in campi distinti.

I risultati ottenuti vengono presentati, di default, in modo combinato rispetto a tutte le risorse: la lista dei risultati riporta cioè i record estratti da tutte le risorse (Lista consolidata dei risultati). Cliccando su risultati per risorsa e selezionando dalla lista il nome della risorsa desiderata, è possibile visualizzare solo i risultati provenienti dalla singola risorsa selezionata.
I risultati possono essere visualizzati in tre modi:

  • formato tabulare: mostra i record in una struttura a tabella
  • formato breve: offre una breve descrizione della risorsa
  • Record completo: mostra tutte le informazioni del record. Ogni record viene mostrato su una singola pagina e le parole ricercate sono evidenziate.
Dalla lista dei risultati è possibile accedere all'interfaccia nativa della risorsa, salvare uno o più record nello scaffale personale e utilizzare SFX  per usufruire dei servizi di linking (ad es. il testo integrale di articoli o le informazioni del posseduto nell'OPAC di Ateneo) e di ricerca in risorse collegate (ad es. il catalogo di Ateneo, Google Scholar, ecc.).

13. Perchè alcune risorse le posso cercare direttamente dall'interfaccia di POLIsearch e altre no?
Quando accanto al titolo di una risorsa è presente l'icona con la lente di ingrandimento , la risorsa è ricercabile direttamente nell’ambiente di POLIsearch, e contemporaneamente ad altre risorse, se lo si desidera (utilizzando la MetaRicerca). Per la loro struttura o il protocollo di comunicazione utilizzato, alcune delle risorse di POLIsearch non sono compatibili con questa tecnologia, ma sono comunque accessibili nella loro propria interfaccia cliccando sul titolo. Quando possibile, lo staff di POLIsearch provvederà ad aggiungere nuove risorse ricercabili direttamente dall'interfaccia di POLIsearch.

14. Che cosa sone la risorse "search&link?"

Molte risorse presenti nel portale sono ricercabili direttamente dall'interfaccia di POLIsearch e i risultati sono visibili e possono essere gestiti rimanendo nell’ambiente di POLIsearch. Non poche risorse, però, sono configurate in modo tale che la ricerca viene eseguita in POLIsearch ma i risultati possono essere veduti solo nelle interfaccia native delle risorse, cliccando su Risultati Risorse Search&link (nella pagina dei risultati di Ricerca Veloce) o su Visualizza risultati per risorsa (nella pagina dei risultati di MetaRicerca). Altre risorse, per la loro struttura o il protocollo di comunicazione utilizzato, non sono interrogate dal metamotore di POLIsearch  ma sono comunque accessibili solo nella loro interfaccia cliccando sul nome della risorsa.

15. Che termini devo usare per le ricerche? Qual è la sintassi di ricerca in POLIsearch?

In Ricerca Veloce e MetaRicerca puoi usare due modalità di ricerca: Semplice e  Avanzata. In Ricerca Semplice i termini inseriti sono ricercati su tutti i campi (cioè su tutto il testo) dei record, mentre con Ricerca Avanzata puoi selezionare i campi (Titolo, Soggetto, ecc.) in cui devono comparire i termini di ricerca o anche combinare termini e campi con gli operatori logici AND, OR, NOT. Sono possibili due tipi di combinazione logica dei termini all’interno di una singola riga di ricerca:

  • termini come parole chiave: inserisci semplicemente i termini separati da uno spazio. Ad es., se cerchi : baroque architecture – troverai tutti i record della risorsa interrogata che contengono i due termini in qualsiasi posizione reciproca di adiacenza o distanza e su qualsiasi campo descrittivo dei record (se utilizzi Ricerca Semplice o Tutti i campi di Avanzata). Se cerchi gli stessi termini in Avanzata selezionando un campo specifico, p. es. il Titolo, troverai i record che contengono i termini nel campo selezionato e con la stessa logica.
  • termini come frase: se utilizzi le virgolette per racchiudere i termini per la ricerca – ad es. se inserisci “baroque architecture” – troverai solo i record che contengono i due termini l’uno accanto all’altro e nella sequenza esatta che hai indicato, in tutto il testo dei record (se utilizzi Ricerca Semplice o Tutti i campi di Avanzata) o in un singolo campo che hai selezionato in Avanzata.

Puoi anche troncare i termini di ricerca per recuperare le occorrenze della radice immessa (p. es. se inserisci la forma: architect? - puoi recuperare: architect, architects, architecture … ). Per la ricerca di Autori, se la forma standard “cognome, nome” non dà risultati puoi provare a utilizzare il troncamento a partire dall’iniziale del nome (ad es., se non trovi nulla con la forma: Smith James - prova anche: Smith J?
In generale: seleziona attentamente le tue parole chiave ed evita di utilizzare punteggiatura, articoli, preposizioni o in genere parti non significative (a meno che non sia inteso procedere ad una ricerca di tipo frase). La maggioranza delle risorse è in lingua inglese, quindi utilizza prevalentemente termini di questa lingua per le ricerche.

16. Che differenze e che possibilità ci sono tra una ricerca dall'interfaccia di POLIsearch e una ricerca dall'interfaccia nativa delle singole risorse?
Tramite un'interfaccia unica e una sola sintassi di ricerca POLIsearch permette di interrogare contemporaneamente più risorse, se queste sono compatibili con la tecnologia utilizzata da POLIsearch (cfr. domande 13 e 14). Utilizzando POLIsearch come metamotore e quindi gestendo i risultati nell’ambiente diel portale si hanno a disposizione i servizi di linking e di ricerca di SFX. Inoltre, grazie alle funzioni dell’Area personale, è possibile organizzare e gestire i risultati delle proprie ricerche, e comporre raggruppamenti personali di risorse da interrogare.  Le interfaccie native delle singole risorse offrono tuttavia funzionalità di ricerca, di impostazione di strategie, di gestione dei risultati più ampie e flessibili.

17. Quali funzioni ho a disposizione nell'Area personale?
Con la funzione "Area personale" è possibile salvare non solo i risultati delle ricerche, ma anche una lista di risorse preferite e le strategie di ricerca seguite, impostare degli alert e definire le modalità di visualizzazione.
Una volta recuperati i risultati di una ricerca, è possibile salvarli nel basket cliccando sulla funzione . Il basket rappresenta una cartella dello Scaffale elettronico e viene svuotato al termine delle sessione. Accedendo al portale come utente autenticato (cfr. domande 7, 8, 9), vi è però la possibilità di mantenere il basket durante le varie sessioni e di creare e gestire nuove cartelle. I record possono essere salvati sul proprio computer cliccando sull'icona o possono essere inviati tramite e-mail cliccando sull'icona . Una volta individuate le risorse in cui effettuare la ricerca, è possibile, cliccando sull'icona , aggiungerle alla propria clipboard e creare un insieme (quickset) di risorse preferite da utilizzare per le ricerche. Questa funzionalità è disponibile solo per gli utenti autenticati. Durante la sessione corrente di lavoro è possibile rivedere tutte le ricerche eseguite. Accedendo al portale come utente autenticato vi è la possibilità di memorizzare le strategie di ricerca anche dopo avere abbandonato la sessione corrente, grazie alla funzione Storico, e fare in modo che una ricerca venga eseguita periodicamente e ricevere gli aggiornamenti rilevati.

18. Che cosa è SFX?
SFX è uno strumento di linking che, a partire dalla citazione bibliografica di un articolo rintracciata su una banca dati, consente all'utente di recuperare il
documento a testo pieno o di accedere ad eventuali servizi aggiuntivi disponibili per quell 'articolo.

19. Come si usa SFX?
Usare SFX è molto semplice: effettuata la ricerca su di una banca dati, e individuata la citazione di un articolo/documento che interessa, sarà sufficiente cliccare sul pulsante con il logo SFX ( nella lista complessiva dei risultati; nella visualizzazione completa dei record) e si aprirà una "finestra" che presenta un menu contenente la lista delle opzioni e dei servizi disponibili per quell'articolo/documento:
  • nel caso sia disponibile la versione elettronica di un articolo la prima opzione offerta da SFX sarà l'accesso diretto al testo completo.
  • se la versione elettronica non è disponibile SFX permette di:
    • verificare la disponibilità della versione cartacea del documento presso le nostre biblioteche, consultando il catalogo di Ateneo (OPAC)
    • oppure, se non rintracciato localmente, verificare la disponibilità del documento in altre biblioteche nazionali consultando il Catalogo Nazionale dei Periodici ACNP e il Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale SBN.
    • dove previsto, collegarsi al servizio EbscoHost Electronic Journals per consultare gli indici della rivista.
    • rintracciare altri riferimenti bibliografici relativi all'autore dell'articolo.
    • verificare se l'articolo è citato in altre pubblicazioni.
    • inoltrare una richiesta di informazioni al Servizio Chiedi @lla tua biblioteca.

Altri servizi possibili:

  • per i periodici:
  • per le monografie:
    • attivare servizi di ricerca e acquisto nei siti delle librerie online (Amazon…)
attivare una richiesta di prestito interbibliotecario (ILL)

20. Chi può usare SFX?
Il pulsante SFX e i relativi servizi sono disponibili per tutti gli utenti che hanno diritto ad accedere alle risorse elettroniche dell'Ateneo. L'accesso a tali risorse è possibile all’interno della rete del Politecnico e tramite proxy da casa.

21.Su quale tecnologia si basa SFX?

SFX è una tecnologia di link-server prodotta da Exlibris e basata sullo standard OpenURL, sviluppato negli anni '90 da Herbert Van de Sompel e Oren Beit-Arie dell'Università di Ghent.
OpenURL: si tratta di un protocollo Internet per l'interoperabilità tra le risorse che è diventato standard NISO (National Information Standards Organization). Il server SFX accetta i metadati dall'OpenURL, li analizza , intercetta l'identità dell'utente e crea dinamicamente i collegamenti ai servizi legati a quella particolare risorsa.

22.Perché il pulsante SFX non compare nei risultati di ricerche di alcune banche dati?

Potrebbe trattarsi di una risorsa che non supporta ancora lo standard OpenURL (ad esempio le banche dati giuridiche italiane).

23.Perché nel menù di SFX non compare il collegamento al testo pieno dell'articolo in formato elettronico?

I possibili motivi sono:

  • l'Ateneo non ha un abbonamento per l'accesso online alla rivista. In questo caso potete verificare attraverso la ricerca nel catalogo collettivo o negli altri cataloghi l'eventuale disponibilità della versione cartacea della stessa rivista.
Se il periodico contenente l'articolo cercato risulta tra quelli in abbonamento (periodici elettronici), il collegamento alla rivista attraverso SFX potrebbe non essere disponibile perché il sistema non è stato configurato correttamente.

24. Ho selezionato " Vai al documento full text…” ma ho ottenuto soltanto la homepage della rivista . Perché?

SFX viene configurato in modo da consentire il collegamento alla rivista con una risoluzione il più possibile fine, cioè a livello di articolo oppure di issue/volume contenente l'articolo stesso. Per alcune riviste, però, questa configurazione non è possibile a causa della struttura del sito dell'editore e in questi casi SFX rimanda in genere agli indici o alla pagina iniziale della rivista. A partire da questo punto la ricerca deve essere fatta navigando sul sito dell'editore sulla base del riferimento bibliografico (anno, numero del volume, pagina iniziale...).

25.Chi devo contattare per informazioni aggiuntive?
Rivolgiti al servizio Chiedi @lla tua biblioteca attraverso il form in linea.

26. Come posso avere maggiori informazioni su POLIsearch e su SFX?

Per ulteriori informazioni su POLIsearch e SFX è possibile:

  • consultare l'Help in linea disponibile in alto a destra per ogni funzione di POLIsearch
  • scrivere a portale@biblio.polimi.it

Catalogo (OPAC) | Biblioteche | Interazione utenti | Portale Risorse Elettroniche | Chiedi@lla tua biblioteca | Formazione utenti | POLIsearch | Reference su appuntamento | Altri servizi
Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2011
Servizi Bibliotecari di Ateneo